lunedì 11 aprile 2016

Trilogia della regata


Un mare da scoprire, il Mediterraneo, una vecchia barca in perenne manutenzione, Duna, una coppia in viaggio, Carlo e Manuela
I racconti ironici delle loro avventure, e soprattutto disavventure, sparse tra le Baleari a ovest e Istanbul a est. Del blog che da anni descrive il loro vagabondare estivo, While Slowly Going Nowhere, questo libro raccoglie il meglio, integrandolo con undici racconti inediti
Trentatré storie piene di mare, di vela, di isole non troppo lontane, di amici conosciuti in porti remoti. Sullo sfondo il vento, che quando è poco non va bene, ma quando è troppo è troppo, le rade deserte, che se non c'è nessuno ci sarà pure un motivo, i garrocci, che son tanto belli in foto quanto scomodi in navigazione...

Fin qui la recensione ufficiale di questo bel libro di racconti di mare, scritto da Carlo E. Peris,  ma adesso sentiamo qualcosa anche dalle parole dell' autore che ha scritto su una famosa mailing list di Velisti in risposta ad un amico che aveva segnalato il suo bel libro.



"... confermo che sarà presentato al porto di Pisa, per la precisione sabato 16 Aprile alle 21.30. Aggiungo una data romana, all' Archivio14 (si chiama così) il 21 aprile.
Confermo anche che la barca si chiama Duna (nome precedente all'uscita nella Fiat) ed è un Serenity, 10.60, varato nel 1981. Il motore è ancora quello originale, il glorioso mb180 Nanni Mercedes, così come le vele di prua, a garrocci e terzarolabili...
Brevemente, per quanto riguarda il libro.
Da circa 5 anni raccolgo nel blog i racconti delle nostre (dis)avventure, cercando di esorcizzare con l'autoironia le innumerevoli figure barbine collezionate a spasso per il Mediterraneo. Ovviamente non tutte le storie sono ugualmente meritevoli. Parallelamente alcune vicende non sono mai state raccontate, mai scritte o anche, semplicemente, mai pubblicate.
Da qui l'idea di fare un libro in cui risistemare i migliori racconti già editi dando loro un contorno "storico-geografico" e aggiungere i migliori di quelli rimasti finora, per motivi di tempi e di spazio, inediti.
In tutto una trentina di storie, più un sintetico "glossario" per terrazzani, in 182 pagine.

Il libro è totalmente autoprodotto. Dopo un'iniziale, oserei dire fulminante prevendita in crowdfunding su Produzioni dal Basso, l'ho dato alle stampe con Youcanprint..."

ed ancora: 

"... il fatto di essere un geologo ha giocato una parte importante in questa storia, perché io e Manu ci siamo conosciuti e innamorati a un master di geoarcheologia. Da qui a capire perché, una volta capitati in Grecia, siamo rimasti lì (questa che viene è la quarta stagione da quelle parti) il passo è breve.

Il primo anno Olimpia; il secondo Egina, Delo, Samos; il terzo Delfi, Troia, Istambul... e quest'anno forse, spero, Creta.

Arrivare da mare nei luoghi che per millenni da mare sono stati approcciati, seguire le antiche rotte fatte di navigazioni a vista, guadagnarsi ogni miglio sentendo di essere solo l'ultimo marinaio di una stirpe che affonda le proprie radici nella preistoria... beh, per noi già da se basta e avanza come nutrimento dell'anima.

Poi c'è l'aspetto razionale: vento quanto ne vuoi (a volte anche un po' di più), centinaia di isole e ridossi, porti scalcagnati ma gratuiti o estremamente economici, popolazione ospitale e grande cultura marinara. Aggiungerei che in agosto in giro per tutte le Cicladi ci sono meno barche di quelle ancorate nella sola rada del Frontone a Ponza.
Ora, intendiamoci, ci sono anche un sacco di difetti. Non si trova la mozzarella di bufala, per esempio."

Se ti interessa, ne puoi leggere un estratto qui, se lo vuoi comprare, lo trovi in vendita qui 



Gira in rete anche un simpatico video riguardante la sfarzosa consegna del libro di Carlo "TRILOGIA DELLA REGATA"



Buon Vento



Centro Italia Vela S.r.l.
Viale delle Milizie, 9 00192 Roma
Tel. 3356329180
Email info@centroitaliavela.it


Dott. Massimo Francesco Schina 
Ufficiale di Navigazione del Diporto
Comandante Navi del Diporto
Esperto Velista FIV
Istruttore I Livello Yacht e/o Monotipi a Chiglia FIV

0 commenti: