venerdì 8 aprile 2016

Termini marinari: lettera B


Continuiamo la nostra serie di post dedicati alla conoscenza di tutti i termini marinari.



Continuiamo con i
Termini Marinari con la lettera B

Babordo: La parte sinistra della nave (guardando verso prua), opposto di tribordo. Il termine non è d'uso corrente nel gergo della marineria italiana, in cui si preferisce "sinistra".

Bacino: Il luogo ove si va a riparare o fare manutenzione alla carena.

Baffi: le onde sollevate dalla prua.

Baglio: elemento di rinforzo strutturale trasversale continuo che sorregge la coperta, per estensione si intende anche la larghezza dello scafo, in particolare il baglio massimo (baglio maestro) corrisponde alla massima larghezza dell'imbarcazione.

Bagnasciuga: parte compresa tra l'opera viva e l'opera morta.

Ballast: zavorra, sulle imbarcazioni da regata il "water ballast" è un sistema che consente, grazie a delle pompe, di spostare grandi quantità d'acqua all'interno di appositi serbatoi, sia in senso longitudinale che trasversale per ottenere il miglior assetto possibile dell'imbarcazione in qualsiasi andatura.

Balumina: il bordo di uscita di una vela.

Banchina: punto di attracco per lo scarico e carico di merci o imbarco e sbarco di passeggeri.

Barbotin: elemento dell'argano salpancore ove si ingranano le maglie della catena dell'ancora per  salparla. Il termine corrispondente in italiano è ruota a impronte.

Barcarizzo: scala retrattile che viene calata sulle murate per far salire o scendere qualcuno; per estensione di significato, la passerella che collega una barca al molo.

Barra: l'asta mediante la quale si dirige il timone. È fissata direttamente sulla testa dello stesso.

Base: il lato più basso della vela, compreso tra l'angolo di mura e l'angolo di bugna.

Bassofondo (o basso fondo): zona di mare con poca profondità.

Batimetrica: linea di uguale profondità.

Battagliola: ringhiera formata verticalmente da aste ed orizzontalmente da corde, cavi metallici o catenelle. 

Beccheggio: rotazione di un oggetto attorno all'asse trasversale. In un'imbarcazione, anche il movimento oscillatorio attorno a questo asse (le estremità dello scafo alternativamente si immergono ed escono dall'acqua).

Biscaglina, biscaggina o buscaggina: scaletta di corda con scalini in legno, chiamati tarozzi. Si appende al bordo della murata per far salire chi si è accostato. 

Bitta:

  • colonnetta di ferro o acciaio a forma di L rovesciata fissata sulle banchine dei moli per avvolgervi i cavi d'ormeggio.
  • elemento verticale solidamente fissato al ponte scoperto della nave che serve per tirare i cavi di ormeggio.Sulle imbarcazioni le piccole bitte sono più propriamente dette gallocce.

Boa: galleggiante ancorato al fondo, per ormeggio o segnalazione.

Boccaporto: apertura praticata sul ponte o sulla tuga per permettere l'aerazione e l'illuminazione dei locali sottostanti o per il carico dei materiali nelle stive. Sulla tuga delle barche a vela può essere scorrevole. Durante la navigazione i boccaporti per l'aerazione vengono chiusi, in maniera stagna, da robusti vetri o lastre di plastica trasparente per evitare l'ingresso indesiderato di acqua sottocoperta.

Bolina: andatura che consente alla barca a vela di risalire il vento mantenendo un angolo con il vento reale mediamente tra i 60º e i 37º.

Boma: trave in alluminio, legno o fibra di carbonio che sostiene la base della randa. Il boma è fissato all'albero tramite uno snodo detto trozza che consente al boma di modificare il suo orientamento rispetto all'albero.

Bompresso: antenna in alluminio, legno o carbonio fissato orizzontalmente alla prua della barca. Il bompresso viene utilizzato per murare vele come il gennaker. Nei vecchi velieri era un palo che sporgeva fortemente dalla prua.

Bonaccia: calma di vento.

Bordo:

  • il fianco della nave. Si dice "a bordo" (sulla nave), "fuori bordo" (al di fuori della nave, ma nelle immediate vicinanze), "sotto bordo" (sul molo/banchina in prossimità della nave), ed "entrobordo" (per i motori, in contrapposizione a "fuoribordo").
  • segmento retto percorso mantenendo le stesse mure al vento; tratto di percorso tra due cambi di direzione (virate e/o abbattute).

Borosa: cima (manovra corrente) atta a ridurre la superficie della randa esposta al vento quando questo diventa troppo forte. La manovra di riduzione è detta presa di terzaroli.

Bozza: ritenuta su un cavo o una catena.

Bozzello: nome generico delle carrucole in uso nella marina:

Braccio: il cavo che regola orizzontalmente un pennone. Sulle barche con armo moderno (bermudiano) è la manovra che regola orizzontalmente il tangone dello spinnaker.

Brancarelle: fori rinforzati, occhi o maniglie di cavo lungo le cadute delle vele, sulla stessa linea dei matafioni.

Briccole, o bricole: gruppi di pali piantati nei bassofondali, generalmente lagunari, per indicare la via navigabile.

Bugliolo: equivalente di secchio, recipiente adatto a contenere liquidi.

Bugna: angolo inferiore e posteriore della vela in cui vengono inferite le manovre o scotte.

Bulbo: Nelle moderne imbarcazioni a vela il bulbo è un siluro in materiale pesante (acciaio, piombo), posto al termine della pinna di deriva, con funzione principalmente di zavorra.

Burrasca: Termine che indica la forza del vento (non del mare), corrispondente a forza 8 della scala Beaufort, vento da 34 a 40 nodi con onde moderatamente alte. Le creste si rompono e formano spruzzi vorticosi che vengono risucchiati dal vento.

Bussola: strumento che indica sempre lo stesso punto di riferimento e che quindi permette di definire la direzione o il rilevamento.

Buttafuori: Anche noto come Jockey-Pole, è un corto braccio simile ad un tangone che viene usato per far sporgere qualche cosa fuori bordo; l'uso tipico è per evitare che il braccio dello spinnaker possa strisciare contro il sartiame.


Puntiamo alla accuratezza ed alla completezza, per questo Vi invitiamo tutti a correggerci eventuali inesattezze o omissioni.

Buon Vento



Centro Italia Vela S.r.l.
Viale delle Milizie, 9 00192 Roma
Tel. 3356329180
Email info@centroitaliavela.it


Dott. Massimo Francesco Schina 
Ufficiale di Navigazione del Diporto
Comandante Navi del Diporto
Esperto Velista FIV
Istruttore I Livello Yacht e/o Monotipi a Chiglia FIV

0 commenti: