venerdì 29 aprile 2016

Dehler 38

Proseguiamo con la nostra serie di post di recensione di barche, dedicati a tutti coloro che coltivano il loro Sogno Vela di comprarsi una barca.




Oggi parliamo del Dehler 38 

Al momento della sua presentazione al Salone di Dusseldolf del 2013, si propose come  una delle novità più importanti per la stagione alle porte: aveva infatti misure e costi tali da renderlo molto appetibile in questo momento storico e, soprattutto, prestazioni che non lasciano indifferente neanche il più agguerrito regatante.



A distanza di tre anni, il Dehler 38, il Cruiser - Racer, nato da un progetto di Judel - Vrolijk, esprime ancora un concetto di eleganza e prestazioni. 

Le dotazioni standard sono quelle di una barca "tutto compreso": vele, elettronica, verricelli elettrici, ruote in composito, specchio di poppa con spiaggetta...



Viene proposto, oltre che nella versione standard, anche con appendici e armo modificati in una versione "Competiton" con parametri ottimizzati IRC e ORC.

Ma allo stesso tempo è possibile configurare una barca "su misura" in base a specifiche preferenze dell'armatore, con veri e propri "fuori serie" o con semplici cambi di dotazioni: differenti layout, 3 diversi pescaggi, molte opzioni a scelta rendono questo scafo molto versatile.



La coperta risulta molto filante e pulita, con le manovre principali incassate nella tuga e rinviate in pozzetto. Proprio la tuga caratterizza l'aspetto del Dehler 38, grazie a un disegno "bombato" e alle lunghe finestrature laterali. Il pozzetto, è sgombro, con una doppia ruota del timone, che lascia libero un corretto spazio verso la poppa aperta. 
Per quanto riguarda il piano velico, il cantiere dà la possibilità dell'armo in carbonio, mentre l'albero standard in alluminio è di 17,82 metri (che diventano 18,20 nella versione Competition); la randa ha una superficie di 43,7 metri quadri, mentre il fiocco avvolgibile è di 35,6 mq (al 105% di sovrapposizione). Una sovrapposizione dunque limitata, che facilita anche le manovre quando si è in crociera, seguendo i dettami del mercato di queste ultime stagioni. 



Modularità e funzionalità. Sono queste le parole d'ordine che hanno ispirato il concept degli interni del nuovo Dehler 38. A partire dal divano di sinistra, dove troviamo il tavolo da carteggio; bastano infatti poche mosse per trasformarlo in un ulteriore vero posto letto o in un vero divano a tre sedute: è sufficiente far scorrere il tavolo verso poppa e aggiungere una seduta. 



A proposito di letti, due sono le versioni degli interni: una con tre cabine e una con due cabine; in quest'ultimo caso a poppa, a sinistra, viene ricavato un vano tecnico. In entrambi i casi, il cantiere ha previsto un bagno a sinistra, appena scesi sottocoperta. A dritta invece ecco una vera e propria cucina a L attrezzata, seguita da un divano, anch'esso a L. 



Il tavolo centrale dispone di piani abbattibili, per facilitare il passaggio verso la cabina di prua. Tutte le pannellature standard sono realizzate in mogano, ma ne sono previste anche altre versioni, come quella in teak

Può soddisfare sia la famiglia che cerca una barca sportiva ma al contempo affidabile, confortevole e sicura, ma anche l'armatore esigente che intende regatare ai massimi livelli.

Se sei interessato a saperne di più abbiamo scaricato per te questo interessante articolo della rivista SoloVela oppure puoi leggerti la scheda tecnica


Dati Tecnici:
Designer: Judel - Vrolijk 
Modello 38
Cantiere DehlerYachts
Lung.f.t. 11,30  m
Larghezza 3,75  m
Pescaggio 2,0 standard, 1,60 o 2,20m opz. 
Dislocamento 7.000 / 7.400 / 6.600 kg
Sup. velica 82,4 mq
Cabine 2 o 3
Bagni 1

Buon Vento ... e ... Buoni Sogni! ;-) 



Centro Italia Vela S.r.l.
Viale delle Milizie, 9 00192 Roma
Tel. 3356329180
Email info@centroitaliavela.it


Dott. Massimo Francesco Schina 
Ufficiale di Navigazione del Diporto
Comandante Navi del Diporto
Esperto Velista FIV
Istruttore I Livello Yacht e/o Monotipi a Chiglia FIV

0 commenti: