venerdì 27 marzo 2015

Conosciamo i materiali delle vele

Le vele delle barche attuali sono un concentrato di storia e tecnologia.
Sono molteplici le tipologie, i tipi di utilizzo, le forme ed anche i materiali con cui sono costruite.

Trattare questo argomento con completezza esula dalle nostre intenzioni, ci limiteremo a trattare i materiali usati per la costruzione delle vele che sono maggiormente usate oggi giorno, che sono quelle relative ad uno Sloop con randa Marconi  (il cosiddetto Armo Bermudiano), ovvero Randa, Fiocco, Genoa (le "vele bianche") e Gennaker, Spinnaker, e Code 0 (le vele per le andature portanti).

Con questo iniziamo una serie di post dedicati ai materiali utilizzati per la realizzazione delle vele. Non sono pochi, un elenco dei più diffusi non può non comprendere:
  1. NYLON
  2. DACRON®
  3. MYLAR®
  4. PENTEX®
  5. SPECTRA®
  6. VECTRAN®
  7. KEVLAR®
  8. TECHNORA® 
  9. CARBONIO
  10. CUBEN FIBER®
Queste fibre hanno in comune una caratteristica: sono composti da una trama e un ordito, in inglese chiamati WARP e FILL.





Il disegno mostra un rotolo con le tre direzioni principali in cui lavora un tessuto :

  • WARP 0°
  • FILL 90°
  • BIAS 45°
Il Bias non e’ rinforzato da fili come il Warp e il Fill ed e’ quindi la direzione più debole.
Un tessuto può essere composto da un maggior numero di fili in Warp o in Fill.
Ecco l’origine delle due principali nomenclature nel campo dei tessuti :
  • Warp Oriented
  • Fill Oriented.
Il Warp Oriented e’ particolarmante adatto per vele verticali e radiali.


Come mostrano i tre disegni. I tagli verticali non si usano più, se non nelle vele Latine nel rispetto della tradizione.

Il Fill Oriented e’ invece ideale per quelle costruzioni a ferzi orizzontali chiamate Cross Cut.


I tessuti più utilizzati nel campo dei Fill sono i Dacrons. Vengono utilizzati per le vele da crociera economiche e vele da regata dove il regolamento vieta altri tipi di fibra.

Per quanto riguarda lo Spectra, il Vectran, il Kevlar, e il Carbonio, i principi sono gli stessi che per il Dacron con la sola differenza che in quel campo i tessuti sono prevalentemente Warp e in minoranza bilanciati e le fibre sono via via più forti con conseguente diminuzione di peso, diminuzione dell’allungamento e maggiore resistenza ai carichi.
I tessuti per spinnaker, più elastici, sono costruiti in Nylon e Poliestere.

Buon Vento 



Centro Italia Vela
Via Donatello, 20 00196 Roma
Tel. 3356329180


Dott. Massimo Francesco Schina 
Ufficiale di Navigazione del Diporto
Comandante Navi del Diporto
Esperto Velista FIV
Istruttore I Livello Yacht e/o Monotipi a Chiglia FIV

0 commenti: